360° con una Lancia Delta S4

Durante i raduni e gli eventi dedicati alle grandi vetture da rally degli anni '80, quelle del famosissimo e molto rimpianto Gruppo B, l'osservata speciale è sempre, e senza ombra di dubbio, la Lancia Delta S4, forse la più caratteristica auto che ha contraddistinto quell'epoca motoristica pur senza mai riuscire ad ottenere l'alloro iridato.

Però le grandiose gesta dei suoi piloti, su tutti il compianto Henri Toivonen, ma anche Markku Alen, Miki Biasion, Fabrizio Tabaton e Dario Cerrato, hanno conquistato per sempre il cuore dei molti appassionati di quella che è forse la più pura delle competizioni motoristiche rimaste.

Ed è proprio per questo motivo che quando sta per arrivare la Lancia Delta S4, e il suono inconfondibile del motore la precede solitamente di diversi secondi, tutti coloro che si sono assiepati ai bordi della strada sentono un brivido e sanno di stare per assistere a qualcosa di unico.

I fan che gremivano questo tornante però non avrebbero mai pensato di vedere davanti ai loro occhi la Delta S4 esibirsi in uno spettacolare 360 gradi, perfettamente eseguito dal pilota che ha poi ripreso regolarmente la traiettoria migliore e si è lanciato a forte velocità verso la curva successiva. Una manovra veramente complessa, eseguita magistralmente tanto da farla sembrare quasi semplice e banale, ma che richiede una sensibilità di mani e piedi veramente incredibile e che rende omaggio ad un'auto altrettanto incredibile.
Autore marcolestu
Vota questo articolo
Play
Condividi

Lascia il tuo commento!